pellini

Elisabetta Pellini e’nata a Sorengo in Svizzera, ma e’ cittadina italiana. Suo padre Oreste Pellini dal 1959 al 1963 ha collaborato con Guido Guerrasio e i fratelli Castiglioni alla regia di due documentari in Camerun che sono diventati dei cult: “Africa segreta” e “Africa Ama”. E’ parente degli scultori Eugenio (uno dei fondatori della Scapigliatura) ed Eros Pellini. Da piccola giocava nel loro studio tra opere bellissime e disegnava tutto il giorno, alimentando la sua grande passione per la pittura e l’arte in generale.

Ha iniziato a studiare danza classica all’età di cinque anni a Varese, sua città di provenienza. A fine anno la scuoòa di danza “Le fleur de’ la dance”,portava in scena i saggii al teatro Impero di Varese: in queste occasioni mi sono innamorata del teatro, lo scricchiolio delle assi del palco, la preparazione dura e quotidiana e gli applausi finali… lì Elisabetta Pellini ha capito che voleva fare l’attrice, ma ancora era un sogno. Durante le scuole medie e il liceo ha continuato facendo teatro sperimentale.  A 19 anni e’ entrata nella famosa agenzia di modelle Riccardo Gay di Milano. Nel 1995, e’ arrivata seconda al concorso di bellezza di Canale 5, “Bellissima”e inizia a lavorare in diverse produzioni televisive: showgirl e ballerina nello programma comico “Scatafascio” di Paolo Rossi; affiancando Aldo, Giovanni e Giacomo in “Mai dire goal”; alla conduzione del tg satirico “Tg Rosa”. Nel 1998 e’ stata scelta dal grande Corrado Mantoni per condurre su Canale 5 Tira e Molla insieme a Giampiero Ingrassia. Nel 1999 ha condotto un programma di calcio “Qui studio, a voi stadio”.

In questi anni milanesi ha studiato Giurisprudenza all’università Cattolica di Milano, proseguendo parallelamente con il teatro e il lavoro di modella, partecipando a diverse campagne pubblicitarie. Nel 1998 esordisce al cinema con il lungometraggio di Neri Parenti “Il cucciolo” e, l’anno dopo, proseghe con “Il cielo in una stanza” di Carlo Vanzina. Sempre nel 1999 si trasferisco a Roma e interpreta la sua prima fiction, “L’ispettore Giusti” di Sergio Martino. Oltre a cinema e fiction, ha l’occasione di partecipare a campagne pubblicitarie internazionali firmate da grandi registi: lo spot di “Poste italiane” per la regia di Cristina Comencini; quello “Carte d’Or” di Ferzan Ozpetek; due spot mondiali girati in Malesia per
“Nestea” diretti da Alessandro D’Alatri e nel 2007 ancora uno spot mondiale per la “Volvo” con la regia di Kinka Usher. Si dedica completamente all’approfondimento della recitazione, cercando di completarsi il più possibile, senza mai smettere di lavorare, alternando cinema e televisione.  Ha avuto la possibilità di lavorare con alcuni importanti registi del cinema italiano, spaziando tra i generi, dal dramma alla commedia: con Gabriele Salvatores nel lungometraggio “Denti”; Franco Amurri in “Amici Ahrarara”; Alessandro De Robilant nel film “Per sempre”. Nel 2004 sono protagonista del film drammatico di Mario Rellini “Balletto di Guerra” e nel 2005 coprotagonista nel film corale di Gianluca Maria Tavarelli “Non prendere impegni stasera”, presentato fuori concorso al festival di Venezia. Nel 2007 Ferzan Ozpetek la chiama per interpretare un cammeo nel suo film “Un giorno perfetto”. Nel 2009 interpreta una fotografa italiana, nel lungometraggio internazionale “I fiori di Kirkuk” di F. Kamkari girato in Kurdistan. Nel 2010 partecipa al lungometraggio internazionale “Il cantico della Maddalena”, regia di M. Campiotti , distribuito in Messico, Usa e Spagna, in presa diretta in lingua inglese.  Nel 2012 interpreta un cammeo in “Mi rifaccio vivo” di Sergio Rubini e nel 2013-2014 prendo parte al progetto internazionale “Inferno Dantesco”, regia di Boris Acosta. In questi anni e’stata protagonista, co-protagonista e antagonista in note serie televisive e film tv, interpretando in modo flessibile personaggi drammatici, dark lady spietate, commedia. Tra le fiction di maggiore rilevanza: “Il Maresciallo Rocca 3”, regia di G. Capitani; “Compagni di scuola”, regia di T. Aristarco e C. Norza; “Incantesimo 5”, regia di A. Cane e L. Castellani, in cui interpreto due sorelle gemelle di carattere opposto; “Elisa di Rivombrosa 2”, regia di S. Alleva; “Questa è la mia terra”, regia di R. Mertez; il thriller “Senza via d’uscita “ di G. Serafini. Nel 2007 tra le protagoniste  di “Medico in famiglia 5”, regia di I. Leoni, U.F. Giordani;interpreta un medico legale in “Distretto di Polizia 7”, regia di A. Capone, e nello stesso anno e’ protagonista di una  puntata nella serie “Il commissario De Luca”, regia di A. Frazzi. Nel 2008 torna alla commedia con il film tv “Un coccodrillo per amico”, regia di F. Marra, e nel 2009 interpreta le fiction “Le cose che restano” di G.M. Tavarelli e “Capri 3” di F. Marra nel ruolo di moglie popolana con figlio problematico in affidamento. Nel 2010 e’ protagonista nella serie corale “Un amore e una vendetta” di R. Mertez, dove interpreta Olga, donna tossicodipendente con un grande senso di vuoto interiore.

Nel 2011 e’ protagonista nel film tv “Il paese delle piccole piogge”, regia di S. Martino, nel ruolo di un medico senza frontiere in Kenya. Nel 2012 interpreta  una dark lady, ambiziosa e arrivista, nella serie “Rosso San Valentino” di F. Costa e nello stesso anno sara’ anche  Laura Sommariva nella serie “Le tre Rose di Eva 1-2” di R. Mertez e V. Verdecchi, una donna che ama senza essere corrisposta ed è disposta a tutto per essere ricambiata, ma danneggia tutto quello che tocca. Nel 2013  protagonista nella web series comedy, “Forse sono io”, di V. Alfieri, trasmessa come lungometraggio su MTv e visibile sul web al link www.forsesonoio.it, dove interpreto Simona, attrice bipolare con l’ansia di esser grassa.

Sempre percorrendo la chiave della commedia, e’ co-protagonista nella serie “Provaci ancora prof. 5” nel ruolo di Anna Ronco, professoressa d’inglese, distratta, ingenua che vuole diventare mamma a tutti i costi. Nel 2013 interpreta Sofia Molnar, una donna senza scrupoli che tradisce il marito, poi si pente e cerca di salvare il suo matrimonio nella fiction “Madre aiutami “di G. Lepre. Nel 2014 interpreta Laura Sommariva nella terza serie “Le tre rose di Eva” e ritornera’ alla commedia con Veronica Pivetti nella serie “Provaci ancora prof 6”. Ha partecipato in diversi   cortometraggi . Tra i più importanti: “Pillole di bisogni” di Ivano De Matteo dove interpreto un episodio comico insieme a Rolando Ravello,commedia darck; “Sotto la pelle” di Barbara Bonardo, contro la violenza psicologica nei rapporti di coppia,  “Il sorriso di Candida”, dove si parla dell’Alzheimer e della sofferenza di una figlia che ha una madre affetta da questo morbo terribile. Nel 2014 e’ protagonista nel cortometraggio “Verdi: le memorie nel petto”,regia di Emanuela Morozzi ,con Luca Lionello e Alessandro Haber,dove interpreta Margheri Barezzi,prima moglie di Giuseppe Verdi. Nel 2014 sono protagonista del cortometraggio “Una storia: Barbara” di D. Massa, tratto da una storia vera di violenza sulle donne. Nel 2014 scrive il soggetto e coscrive la sceneggiatura con Manuela Tempesta ,del cortometraggio “Anatomia di un Amore”, regia di Manuela Tempesta, e interpreta la protagonosta femminile ,trattando il tema della fine di un amore,in un ruolo drammatico. Si e’ sempre occupata di temi sociali come l’autismo, l’Alzheimer, lo stalking e la violenza sulle donne: come attrice, testimonial e presentatrice di eventi a sostegno di realtà impegnate nel sociale e a favore, per esempio, dei malati dell’Istituto oncologico di Milano, della sclerosi multipla…

Comments are closed.