Presenta il Concerto “Pacem In Terris” – (Concerto Internazionale di Natale dedicato a Sua Santità PAPA FRANCESCO per i bambini abbandonati di Portoseguro di SOS Brasil Onlus), Alda D’Eusanio.

Trasmissione Rai Mezzogirono in Famiglia

Alda D’Eusanio (Tollo, 14 ottobre 1950) è una giornalista e conduttrice televisiva italiana.
Laureata in sociologia. È giornalista Rai da molti anni. Una professionista dalle mille sfaccettature, con un forte senso della comunicazione nell’interpretare i gusti e l’emotività di un pubblico eterogeneo, e nel raccontare le storie di tutti. Una giornalista dalla natura eclettica e sensibile ai profondi cambiamenti di un paese in trasformazione, che nel corso della sua carriera si è occupata di diversi argomenti. È autrice e regista di numerosi documentari per la Rai come: “Rocco un bambino di quattro anni“, cinque puntate sul mutamento culturale nel mondo contadino. “L’Italia a schede“, ciclo di dieci puntate sulla storia d’Italia attraverso la storia di dieci città.

Si occupa anche di numerosi reportage sulle grandi emergenze sociali: la tossicodipendenza, l’abuso sui minori, la condizione della donna, il lavoro minorile e la microcriminalità. Ha collaborato con diverse testate giornalistiche quali: “Gente”, “Oggi”, “Il Messaggero”, “L’indipendente” e “Scienza 2000”. Ha scritto volumi “Il peccato in parlamento” il ruolo dei mass-media nell’ascesa di una pornostar, “L’albero socialista” la legge e la droga. La sua spiccata curiosità la porta ad occuparsi anche di eventi sportivi per la rubrica Sport Sette; una giornalista completa che affronta anche i grandi temi di cronaca, politica interna ed estera prima come inviata speciale e poi da caporedattore del Tg2 , ma si interessa anche di argomenti scientifici per la rubrica Scienze in Tv. Conduce il Tg2 Stanotte nel periodo 1988-93 e il Tg2 delle 19:45 nel periodo 1994-95.È dopo tanta esperienza e voglia di nuove sfide che concepisce e conduce il primo quotidiano popolare televisivo “L’Italia in diretta”, autentico rotocalco dal sapore vigoroso, che ogni giorno racconta l’Italia in largo e in lungo grazie anche alla efficientissima rete delle redazioni dei tg regionali. Dopo il successo de “l’Italia in diretta”, Alda D’Eusanio torna ad affrontare da vicino il sociale e lo fa con il settimanale di attualità, intrattenimento e informazione sull’universo della terza età “Domani è un altro giorno”.

Dal 1999 al 2004 Alda D’Eusanio si dedica ad un nuovo genere, il Talk show, conducendo su Rai Due, “Al posto tuo”, un programma dallo spirito spassoso, in cui vengono raccontate storie e intrecci di vita che possono riguardare chiunque, un grande successo soprattutto tra i giovani. Nel 2000 conduce anche “Un pugno o una carezza” in prima serata su Rai Uno, un reality show, imperniato sui sentimenti e sulle relazioni tra persone. Successivamente nel gennaio del 2004 conduce Qualcosa è cambiato in prima serata su Raiuno. Alda D’ Eusanio è pronta per un nuovo programma, una nuova sfida per un nuovo genere, che la fa tornare su Rai Uno nel 2006 con il gioco “Il malloppo”, dove mostra tutto il suo brio e la sua freschezza. La vera sfida però arriva nel marzo 2007, quando crea e conduce il suo nuovo programma “Ricomincio da qui”, un programma di servizio, che però riesce ad arrivare al cuore della gente, riuscendo ad ottenere ottimi ascolti. La cronaca nera e le malattie, i drammi d’amore e quelli dell’infanzia negata, le adozioni e gli amori che nascono, questi sono i temi più frequenti. Un successo strepitoso di critica e pubblico. Nell’ estate 2008 arriva di nuovo la prima serata su Raidue con “Ricominciare”, una trasmissione che riapre la soffitta dei ricordi di tutti, mostrando le orme del tempo e della vita, riproposto anche nel 2009. Nell’autunno del 2009 la nuova sfida per Alda D’Eusanio si chiama “Ci vediamo domenica”, in onda la domenica mattina su Raidue. Una trasmissione che la vede aprire le porte del suo salotto ad ospiti di spicco del mondo dello spettacolo, della politica e dello sport, che attraverso interviste spassose mostrano il loro lato inedito, un’operazione questa che la stessa Alda D’Eusanio definisce “contro gossip”.