Raymond Leo BurkeDo il più cordiale benvenuto a tutti Loro al Concerto Internazionale di Natale, “Pacem in Terris”, una preghiera in musica per la pace universale. Il Concerto è dedicato a Sua Santità Papa Francesco quale apostolo universale della pace nel mondo. Ringrazio per la partecipazione che reca un importante aiuto ai poveri bambini abbandonati di Porto Seguro in Brasile. Guardando a loro, non possiamo non pensare alle parole del Signore Gesù sul Giudizio universale: “Venite, benedetti del Padre mio, ricevete in eredità il regno preparato per voi fin dalla creazione del mondo, perché ho avuto fame e mi avete dato da mangiare, ho avuto sete e mi avete dato da bere, …” (Mt 25, 34-35).

La Loro presenza stasera esprime quelle opere di giustizia cristiana che trovano il loro culmine nella carità pura e disinteressata a beneficio dei più bisognosi. Questo Concerto alla vigilia dell’Avvento, tempo di preparazione alla celebrazione della Natività del Signore Gesù, certamente esprime la speranza, la pace e infine l’amore che il Figlio di Dio Incarnato solo porta ai nostri cuori e, tramite i nostri cuori, ai cuori di tutti i nostri fratelli e sorelle nel mondo. Spero che il Concerto “Pacem in Terris” possa contribuire in un modo degno alla preparazione per la grande Festa del Natale.

La Loro partecipazione a questo importante evento musicale apporta anche un sostegno significativo alla cultura cristiana e specificamente all’arte cristiana, che ci attrae sempre di più verso la verità, la bellezza e la bontà, una vita vissuta nell’amore di Dio e del nostro prossimo, soprattutto del nostro prossimo più bisognoso. Ascoltando il messaggio di pace e amore della musica eseguita stasera, siamo ispirati non soltanto a sostenere quanto di più sano e bello la nostra cultura ha creato, ma anche a sostenere i giovani che sono il futuro del nostro mondo.

Con Loro esprimo profonda gratitudine agli Artisti e agli Interpreti, nonché all’Orchestra Sinfonica Marco dall’Aquila, al Coro Lirico, International Opera Choir, sotto la direzione del Maestro Gea Garatti, ed al Coro delle Voci Bianche del Teatro dell’Opera di Roma, sotto la direzione del Maestro José Maria Sciutto: stasera hanno trasmesso un messaggio tanto atteso nel mondo di oggi, il messaggio della pace in terra, dell’amore fra tutti i popoli. Esprimo un particolare nostro ringraziamento al Chiarissimo Maestro Jacopo Sipari di Pescasseroli, Direttore d’Orchestra. Il Maestro, che è allo stesso tempo un noto cultore della più alta arte musicale e un vero studioso di diritto civile e canonico, ha lavorato infaticabilmente per la coordinazione e realizzazione di un evento di tanta bellezza. In lui vediamo l’essenziale sintonia tra il buon ordine della vita, salvaguardata e promossa dall’ordinamento giuridico, e la più elevata espressione della bellezza di vita nell’arte musicale cristiana.

Che Dio benedica la nostra serata musicale e la renda proficua per i nostri amati bambini abbandonati di Porto Seguro in Brasile.

Buon ascolto!

Raymond Leo Card. BURKE